ME Milan – Il Duca

Milano

[[it]]L’hotel milanese del gruppo spagnolo Melià, progettato e ampliato alla fine degli anni ’80 da Aldo Rossi in occasione dei mondiali di calcio e oggi ristrutturato da Arassociati, vede la restituzione di quest’opera alla contemporaneità e reinvenzione degli spazi secondo nuove linee di intervento. Inaugurato in occasione dell’apertura di Expo, l’hotel 5 stelle lusso accoglie oggi 132 camere, di cui 34 suite, un nuovo giardino, ma soprattutto un nuovo roof garden con sala colazione e skybar che, circondato da ampi spazi terrazza, può far godere della spettacolare vista sullo skyline milanese ed assaporare, qualche piano più in basso, la cucina in assoluto stile newyorkese del nuovo, e primo in Italia, ristorante STK. Il mensile di architettura Interni ha dedicato ampio spazio al progetto, sottolineando la valorizzazione della figura architettonica originaria, da cui emerge in modo puntuale il design storico milanese, accanto a una nuova immagine contemporanea. Thema è stata protagonista di questo restyling conservativo, progettando e realizzando soluzioni su misura in particolare per gli ingressi, i serramenti delle suite, l’involucro e la copertura vetrata dello skybar, con finiture e prodotti di completamento personalizzati, creati in base alle esigenze estetiche e tecniche di progettazione.[[en]]Me Milan – Il Duca, the hotel in Milan of the Spanish Melià group is inserted in a building Aldo Rossi renovated and expanded at the end of the 1980s, at the time of the World Cup of Soccer. The project done by Arassociati has brought this work back into the contemporary world, reinventing its spaces in keeping with new lines of intervention with respect to  the history of Italian design. The hotel has 132 rooms, including 34 suites, a new garden, but overall a new roof garden with breakfast room and sky bar, that surrounded by spacious terrace, can enjoy the spectacular views of the Milan skyline and taste, a few floors below, the new, and first in Italy, restaurant STK. The monthly of architecture “Interni” magazine dedicated ample space to this project, emphasizing the enhancement of the original architectural shape, which shows the historical design next to a new contemporary image. Thema was protagonist of this conservative restyling, designing and implementing solutions tailored specifically for  the entrance, the windows of the suites, the casing and the glass roof of the sky bar, with finishes and products for building custom, created according  to the aesthetic and technical design

La piscina del Roccolo

Il 12 ottobre 2018 la Triennale di Milano ha annunciato i nomi dei vincitori della VI edizione del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana che si pone come riflessione attiva sul ruolo del progettista e delle sue opere puntando alla diffusione pubblica in Italia e all’estero di un nuovo patrimonio di costruzioni ed idee verificando periodicamente lo stato della produzione architettonica italiana, gli indirizzi, i problemi e i nuovi attori.

Congratulazioni all’architetto Gianmatteo Romegialli, premiato con la Menzione d’onore per la categoria Interni con il progetto “La piscina del Roccolo”, a cui Thema ha preso parte occupandosi della progettazione e realizzazione di prodotti custom, in particolare di un grande serramento scorrevole totalmente a scomparsa all’interno di un’intercapedine strutturale per la chiusura della piscina e di un nuovo volume completamente vetrato, direttamente collegato con lo spazio esterno.

È possibile ammirare “La piscina del Roccolo” e gli altri progetti vincitori alla mostra alla Triennale di Milano a cura di Lorenza Baroncelli, che resterà aperta al pubblico fino all’11 novembre 2018.

Read More...

David Chipperfield Architects Works 2018

La Basilica Palladiana, edificio simbolo di Vicenza, progettato dal grande architetto Andrea Palladio, inserita dall'Unesco nella lista dei beni patrimonio dell’umanità, ospita fino a domenica 7 ottobre 2018 la mostra "David Chipperfield Architects Works 2018", promossa dall'assessorato alla crescita del Comune di Vicenza in collaborazione con l’associazione culturale Abacoarchitettura.

La Basilica Palladiana, edificio simbolo di Vicenza, progettato dal grande architetto Andrea Palladio, inserita dall'Unesco nella lista dei beni patrimonio dell’umanità, ospita fino a domenica 7 ottobre 2018 la mostra "David Chipperfield Architects Works 2018", promossa dall'assessorato alla crescita del Comune di Vicenza in collaborazione con l’associazione culturale Abacoarchitettura.

E' con grande orgoglio che Thema, in qualità di main sponsor, sostiene questa importante iniziativa culturale, onorata di essere parte di un progetto di tale prestigio in un edificio così ricco di storia e tradizione.

La Basilica, per il grande ritorno dell'architettura contemporanea internazionale a Vicenza, dopo la chiusura per restauro, sceglie David Chipperfield Architects come protagonisti, per riaffermarne il ruolo come disciplina in grado di coniugare ricerca artistica e valori sociali, sottolineando l’importanza che riveste nella storia e nell’identità stessa della città.

La mostra propone al pubblico una selezione di 16 progetti appena conclusi o in corso di realizzazione, lavori esposti nelle diverse fasi di sviluppo, con tutte le attività connesse di uno studio contemporaneo di architettura. Si passa dagli schizzi ai modelli delle fasi iniziali del processo di progettazione, dai disegni di dettaglio ai disegni costruttivi delle fasi finali, includendo fotografie e modelli dei progetti sviluppati ed eleborati nei quattro studi principali di Chipperfield a Londra, Berlino, Milano e Shanghai.

DAVID CHIPPERFIELD - BASILICA PALLADIANA

"Nonostante tutto, l’Italia rimane la casa spirituale dell’architettura, ed è qui dove si può comprendere pienamente l’importanza degli edifici non come singoli spettacoli, bensì come manifestazioni dei valori collettivi e scenari della vita quotidiana. La sensibilità e la comprensione delle persone è senza dubbio il risultato del vivere a contatto con il più grande patrimonio di architettura e urbanistica esistente al mondo. Questo senso tangibile di contesto e di storia ricorda che il mondo costruito è il testamento della continua evoluzione del linguaggio architettonico ed è essenziale per la nostra comprensione del mondo."

David Chipperfield 

Sito ufficiale: http://www.chipperfield.abacoarchitettura.org

Read More...

Premio Internazionale di Architettura Barbara Cappochin(en)Barbara Cappochin International Architecture Prize

E' stata un vero successo la conferenza di presentazione del Premio Internazionale di Architettura Barbara Cappochin, che si è svolta martedì 20 marzo, presso Theatro, lo spazio esperienziale creato da Thema e Schuco Italia per raccontare e sperimentare il mondo dell'involucro edilizio.

La presentazione è stata moderata da Giuseppe Cappochin presidente del C.N.A.P.P.C. e della Fondazione Barbara Cappochin, con l'intervento di Enrica Lavezzari, Presidente dell'Ordine degli Archittetti di Monza, di Alessandra Ferrari, Consigliere Nazionale e coordinatrice dipartimento cultura C.N.A.P.P.C., e del vincitore, l'Arch. Vin Varudh Varavarn, nonchè dei selezionati con Menzioni Speciali (Arch. Maria Claudia Clemente) e d'Onore (Arch. Angela Garcia de Paredes e Arch. Stanislao Fierro) e del vincitore del Premio Architetto dell'Anno 2017, Arch. Emilio Caravatti.

Thema è onorata di essere stata tra i partner sostenitori di questo evento culturale, che ha posto l'accento sull'importanza di un' architettura di qualità intesa in senso ambientale, sensoriale, emotivo ma anche come dimensione umana, ideazione innovativa, uso appropriato di materiali e strutture, funzionalità e sostenibilità.


La conferenza di ieri è stata anche l’occasione per inaugurare l’apertura dei “Tavoli dell’Architettura”, ovvero l’esposizione delle migliori opere selezionate dalla giuria internazionale del Premio, che rimarranno esposti e visitabili presso Theatro (via Petrarca 20 - Verano Brianza) fino al 24 aprile 2018.

Per gli architetti: l’esposizione dei Tavoli dell’Architettura è accredita presso il CNAPPC per il rilascio di 1 CFP

Per info e prenotazione visita: eventi@theatro-italia.com

(en)The presentation conference for the Barbara Cappochin International Architecture prize was a resounding success. It was held on Tuesday, 20th March, at Theatro, an experiential space created by Thema and Schuco Italia to provide an overview of and experiment with the world of building shells.

The presentation was chaired by Giuseppe Cappochin, president of the C.N.A.P.P.C. and Barbara Cappochin Foundation. There were speeches by Enrica Lavezzari, President of the Monza Association of Architects, Alessandra Ferrari, National Advisor and co-ordinator of the C.N.A.P.P.C.’s cultural department, and the winning architect, Vin Varudh Varavarn, as well as those who received Special Commendations (Arch. Maria Claudia Clemente) and Honourable Mentions (Angela Garcia de Paredes and Stanislao Fierro) and the winner of the 2017 Architect of the Year Award, Emilio Caravatti.

Thema is honoured to be one of the partners supporting this cultural event, which focused on the importance of quality architecture viewed in environmental, sensorial and emotional terms, without overlooking its human side, innovation, the right use of materials and structures, functionality and sustainability.  Yesterday’s conference also provided the chance to mark the opening of the “Tavoli dell’Architettura” or, in other words, an exhibition of the best works selected by the Prize’s international panel of judges, which will be on display to the public at Theatro (via Petrarca 20 - Verano Brianza) through to 24th April 2018.

For architects: the ‘Tavoli dell’Architettura’ exhibition is credited by the CNAPPC as worth 1 CFP

For info and to book a visit: eventi@theatro-italia.com

Read More...