L.A. Modern

Lodi

[[it]]Una villa a Lodi. Thema è lieta di comunicare che il progetto L.A. MODERN, recente creazione dello studio di architettura Carlo Donati, già presente nel volume di architettura THEMA 1, è stato selezionato per comparire nella sezione Architettura Italiana sul sito di The Plan e successivamente per essere pubblicato nel volume di raccolta progetti Panorama Italiano. La villa unifamiliare ex novo di ca 500 mq all’interno di un ampio lotto dedicato a giardino,è un volume prevalentemente chiuso verso l’esterno e aperto verso sud (nella campagna lombarda sul fiume Po). Il linguaggio architettonico di matrice modernista richiama le linee e le atmosfere delle ville di Neutra, Frey e Lautner a Palm Springs reinterpretandole attraverso l’impiego di materiali contemporanei e contrapponendosi decisamente al contesto esistente più tradizionale e convenzionale. Il cuore dell’abitazione è costituito dal giardino interno abbracciato sui 4 lati dai 3 volumi dell’abitazione e dalla piscina esterna. Thema si è occupata della realizzazione dei serramenti con profili Schüco (AWS70HI per serramenti a battente, ASS70HI per scorrevoli e ADS70.HI per le porte) e dei rivestimenti in Alucobond. I fronti ampiamente vetrati verso l’interno del lotto giocano su un continuo rimando di sguardi e di prospettive, mentre si chiudono fortemente verso l’esterno del lotto. La privacy e la schermatura solare vengono garantite mediante la presenza di veneziane interno vetro Screenline. Gli elementi materici sono stati utilizzati come un gioco compositivo e cromatico destinato ad esaltare i salti di quota e il gioco di pieni e vuoti.[[en]]A Villa in Lodi. The project L.A. MODERN has been chosen to be part of the Italian Architecture section of the The Plan website.Trees and lawn embrace this relatively large family home centred on a sort of open courtyard bordered by a wooden pathway that links up with the perimeter path around the building.

Premio Internazionale di Architettura Barbara Cappochin

E' stata un vero successo la conferenza di presentazione del Premio Internazionale di Architettura Barbara Cappochin, che si è svolta ieri sera, 20 marzo, presso Theatro, lo spazio esperienziale creato da Thema e Schuco Italia per raccontare e sperimentare il mondo dell'involucro edilizio. 

La presentazione è stata moderata da Giuseppe Cappochin, presidente del C.N.A.P.P.C. e della Fondazione Barbara Cappochin, con l'intervento di Enrica Lavezzari, Presidente dell'Ordine degli Archittetti di Monza, di Alessandra Ferrari, Consigliere Nazionale e coordinatrice dipartimento cultura C.N.A.P.P.C., e del vincitore, l'Arch. Vin Varudh Varavarn, nonchè dei selezionati con Menzioni Speciali (Arch. Maria Claudia Clemente) e d'Onore (Arch. Angela Garcia de Paredes e Arch. Stanislao Fierro) e del vincitore del Premio Architetto dell'Anno 2017, Arch. Emilio Caravatti.

Thema è onorata di essere stata tra i partner sostenitori di questo evento culturale, che ha posto l'accento sull'importanza di un' architettura di qualità intesa in senso ambientale, sensoriale, emotivo ma anche come dimensione umana, ideazione innovativa, uso appropriato di materiali e strutture, funzionalità e sostenibilità. SPAZIO La conferenza di ieri è stata anche l’occasione per inaugurare l’apertura dei “Tavoli dell’Architettura”, ovvero l’esposizione delle migliori opere selezionate dalla giuria internazionale del Premio, che rimarranno esposti e visitabili presso Theatro (via Petrarca 20 - Verano Brianza) fino al 24 aprile 2018.

Per gli architetti: l’esposizione dei Tavoli dell’Architettura è accredita presso il CNAPPC per il rilascio di 1 CFP

Per info e prenotazione visita: eventi@theatro-italia.com

Read More...

Biennale Internazionale di Architettura Barbara Cappochin

Thema è Premier Sponsor del Premio "Barbara Cappochin"

E' stata inaugurata ieri, giovedì 26 ottobre, a Padova, l'ottava edizione della Biennale Internazionale di Architettura Barbara Cappochin.             

A dare il via alle iniziative previste dalla biennale è stato l’evento L’Architettura incontra la scuola, un momento di confronto con gli studenti delle scuole superiori delle province di Padova e Rovigo.

Dalle 17:00 di ieri, sono invece aperti al pubblico i Tavoli dell’Architettura, vetrina delle migliori opere del Premio Internazionale Barbara Cappochin, in via San Fermo.

Ha chiuso la giornata la lectio magistralis di David Chipperfield, sostenitore del dovere morale dell’architettura nei confronti del contesto in cui si interviene, seguita dalla cena in Cava Cengelle a Grancona, organizzata da Laboratorio Morseletto; una location esclusiva che grazie all'ambientazione e agli allestimenti ha permesso di creare un evento unico nel suo genere e di forte impatto.

La Biennale Barbara Cappochin 2017 si concluderà oggi, venerdì 27, alle ore 20:00 all’auditorium Pollini, con la cerimonia di premiazione del Premio Internazionale, che sarà seguita da un concerto di Ronnie Jones and Soul Syndacate.

Thema è orgogliosa di partecipare in qualità di Premier Sponsor, grazie alla collaborazione con la Fondazione Barbara Cappochin e il Laboratorio Morseletto, con cui condivide la promozione della qualità nell’architettura, qualità che si può ottenere solo se il Committente, il Progettista e il Costruttore, le tre inscindibili figure che ruotano attorno al costruito, colgono e si appropriano di quel sottile filo che lega vita e architettura, indirizzando le scelte, le idee e il materiale verso la qualità, inderogabile obiettivo della nostra società.

www.barbaracappochinfoundation.net

Read More...

Premio Internazionale Dedalo Minosse

Thema entra a far parte dei Friends Partner del Premio Dedalo Minosse!

Nei luoghi palladiani, simbolo internazionale dell'architettura di Vicenza, si è svolta, il 22 e 23 giugno, la cerimonia di Premiazione dei vincitori della Decima Edizione del Premio Internazionale Dedalo alla Committenza d’Architettura, di cui Thema è diventata partner ufficiale. La manifestazione è promossa da 20 anni dagli architetti Bruno e Marcella Gabbiani, in collaborazione con ALA Assoarchitetti e con la Regione Veneto.

Dedalo Minosse è un premio unico al mondo, in cui la figura del Committente, spesso trascurata quando si parla di architettura, viene riconosciuta come fondamentale e strategica nel processo costruttivo, con un ruolo positivo e stimolante che contribuisce a creare, assieme alle capacità degli architetti, la buona architettura.

Grande è stata la partecipazione a questa edizione: oltre 400 le iscrizioni pervenute, con la partecipazione di quasi 40 paesi da tutto il mondo, tra i quali Argentina, Filippine, Francia, Germania, Giappone, India, Perù, Russia, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Vietnam.

Quattro i premi principali conferiti e dieci i premi speciali. Il Premio Internazionale Dedalo Minosse alla committenza dell'architettura è andato a Philippe Prost con l'opera "The Ring of Remembrance", nata per festeggiare il centenario della prima guerra mondiale con lo scopo di dare forma alla fratellanza, ed espressione alla pace unendo l'arte e la natura e mettendole al servizio della memoria.

I progetti vincitori dell'edizione 2016/2017 del Premio Dedalo Minosse saranno protagonisti di una mostra multimediale aperta al pubblico dal 24 giugno al 16 luglio 2017 presso il Museo Civico di Palazzo Chiericati, Vicenza, che li racconterà attraverso disegni, foto, plastici e video. Una rassegna sulla committenza internazionale che raccoglierà oltre 70 opere realizzate negli ultimi 5 anni.

Read More...