David Chipperfield Architects Works 2018

La Basilica Palladiana, edificio simbolo di Vicenza, progettato dal grande architetto Andrea Palladio, inserita dall'Unesco nella lista dei beni patrimonio dell’umanità, ospita fino a domenica 7 ottobre 2018 la mostra "David Chipperfield Architects Works 2018", promossa dall'assessorato alla crescita del Comune di Vicenza in collaborazione con l’associazione culturale Abacoarchitettura.

La Basilica Palladiana, edificio simbolo di Vicenza, progettato dal grande architetto Andrea Palladio, inserita dall'Unesco nella lista dei beni patrimonio dell’umanità, ospita fino a domenica 7 ottobre 2018 la mostra "David Chipperfield Architects Works 2018", promossa dall'assessorato alla crescita del Comune di Vicenza in collaborazione con l’associazione culturale Abacoarchitettura.

E' con grande orgoglio che Thema, in qualità di main sponsor, sostiene questa importante iniziativa culturale, onorata di essere parte di un progetto di tale prestigio in un edificio così ricco di storia e tradizione.

La Basilica, per il grande ritorno dell'architettura contemporanea internazionale a Vicenza, dopo la chiusura per restauro, sceglie David Chipperfield Architects come protagonisti, per riaffermarne il ruolo come disciplina in grado di coniugare ricerca artistica e valori sociali, sottolineando l’importanza che riveste nella storia e nell’identità stessa della città.

La mostra propone al pubblico una selezione di 16 progetti appena conclusi o in corso di realizzazione, lavori esposti nelle diverse fasi di sviluppo, con tutte le attività connesse di uno studio contemporaneo di architettura. Si passa dagli schizzi ai modelli delle fasi iniziali del processo di progettazione, dai disegni di dettaglio ai disegni costruttivi delle fasi finali, includendo fotografie e modelli dei progetti sviluppati ed eleborati nei quattro studi principali di Chipperfield a Londra, Berlino, Milano e Shanghai.

DAVID CHIPPERFIELD - BASILICA PALLADIANA

"Nonostante tutto, l’Italia rimane la casa spirituale dell’architettura, ed è qui dove si può comprendere pienamente l’importanza degli edifici non come singoli spettacoli, bensì come manifestazioni dei valori collettivi e scenari della vita quotidiana. La sensibilità e la comprensione delle persone è senza dubbio il risultato del vivere a contatto con il più grande patrimonio di architettura e urbanistica esistente al mondo. Questo senso tangibile di contesto e di storia ricorda che il mondo costruito è il testamento della continua evoluzione del linguaggio architettonico ed è essenziale per la nostra comprensione del mondo."

David Chipperfield 

Sito ufficiale: http://www.chipperfield.abacoarchitettura.org

Read More...

Premio Internazionale di Architettura Barbara Cappochin(en)Barbara Cappochin International Architecture Prize

E' stata un vero successo la conferenza di presentazione del Premio Internazionale di Architettura Barbara Cappochin, che si è svolta ieri sera, 20 marzo, presso Theatro, lo spazio esperienziale creato da Thema e Schuco Italia per raccontare e sperimentare il mondo dell'involucro edilizio.

La presentazione è stata moderata da Giuseppe Cappochin, presidente del C.N.A.P.P.C. e della Fondazione Barbara Cappochin, con l'intervento di Enrica Lavezzari, Presidente dell'Ordine degli Archittetti di Monza, di Alessandra Ferrari, Consigliere Nazionale e coordinatrice dipartimento cultura C.N.A.P.P.C., e del vincitore, l'Arch. Vin Varudh Varavarn, nonchè dei selezionati con Menzioni Speciali (Arch. Maria Claudia Clemente) e d'Onore (Arch. Angela Garcia de Paredes e Arch. Stanislao Fierro) e del vincitore del Premio Architetto dell'Anno 2017, Arch. Emilio Caravatti.

Thema è onorata di essere stata tra i partner sostenitori di questo evento culturale, che ha posto l'accento sull'importanza di un' architettura di qualità intesa in senso ambientale, sensoriale, emotivo ma anche come dimensione umana, ideazione innovativa, uso appropriato di materiali e strutture, funzionalità e sostenibilità. SPAZIO La conferenza di ieri è stata anche l’occasione per inaugurare l’apertura dei “Tavoli dell’Architettura”, ovvero l’esposizione delle migliori opere selezionate dalla giuria internazionale del Premio, che rimarranno esposti e visitabili presso Theatro (via Petrarca 20 - Verano Brianza) fino al 24 aprile 2018.

Per gli architetti: l’esposizione dei Tavoli dell’Architettura è accredita presso il CNAPPC per il rilascio di 1 CFP

Per info e prenotazione visita: eventi@theatro-italia.com

(en)The presentation conference for the Barbara Cappochin International Architecture prize was a resounding success. It was held on Tuesday, 20th March, at Theatro, an experiential space created by Thema and Schuco Italia to provide an overview of and experiment with the world of building shells.

The presentation was chaired by Giuseppe Cappochin, president of the C.N.A.P.P.C. and Barbara Cappochin Foundation. There were speeches by Enrica Lavezzari, President of the Monza Association of Architects, Alessandra Ferrari, National Advisor and co-ordinator of the C.N.A.P.P.C.’s cultural department, and the winning architect, Vin Varudh Varavarn, as well as those who received Special Commendations (Arch. Maria Claudia Clemente) and Honourable Mentions (Angela Garcia de Paredes and Stanislao Fierro) and the winner of the 2017 Architect of the Year Award, Emilio Caravatti.

Thema is honoured to be one of the partners supporting this cultural event, which focused on the importance of quality architecture viewed in environmental, sensorial and emotional terms, without overlooking its human side, innovation, the right use of materials and structures, functionality and sustainability.  Yesterday’s conference also provided the chance to mark the opening of the “Tavoli dell’Architettura” or, in other words, an exhibition of the best works selected by the Prize’s international panel of judges, which will be on display to the public at Theatro (via Petrarca 20 - Verano Brianza) through to 24th April 2018.

For architects: the ‘Tavoli dell’Architettura’ exhibition is credited by the CNAPPC as worth 1 CFP

For info and to book a visit: eventi@theatro-italia.com

Read More...

Biennale Internazionale di Architettura Barbara Cappochin(en)Barbara Cappochin International Biennial of Architecture

Thema è Premier Sponsor del Premio "Barbara Cappochin"

E' stata inaugurata ieri, giovedì 26 ottobre, a Padova, l'ottava edizione della Biennale Internazionale di Architettura Barbara Cappochin.             

A dare il via alle iniziative previste dalla biennale è stato l’evento L’Architettura incontra la scuola, un momento di confronto con gli studenti delle scuole superiori delle province di Padova e Rovigo.

Dalle 17:00 di ieri, sono invece aperti al pubblico i Tavoli dell’Architettura, vetrina delle migliori opere del Premio Internazionale Barbara Cappochin, in via San Fermo.

Ha chiuso la giornata la lectio magistralis di David Chipperfield, sostenitore del dovere morale dell’architettura nei confronti del contesto in cui si interviene, seguita dalla cena in Cava Cengelle a Grancona, organizzata da Laboratorio Morseletto; una location esclusiva che grazie all'ambientazione e agli allestimenti ha permesso di creare un evento unico nel suo genere e di forte impatto.

La Biennale Barbara Cappochin 2017 si concluderà oggi, venerdì 27, alle ore 20:00 all’auditorium Pollini, con la cerimonia di premiazione del Premio Internazionale, che sarà seguita da un concerto di Ronnie Jones and Soul Syndacate.

Thema è orgogliosa di partecipare in qualità di Premier Sponsor, grazie alla collaborazione con la Fondazione Barbara Cappochin e il Laboratorio Morseletto, con cui condivide la promozione della qualità nell’architettura, qualità che si può ottenere solo se il Committente, il Progettista e il Costruttore, le tre inscindibili figure che ruotano attorno al costruito, colgono e si appropriano di quel sottile filo che lega vita e architettura, indirizzando le scelte, le idee e il materiale verso la qualità, inderogabile obiettivo della nostra società.

www.barbaracappochinfoundation.net

(en)Thema is a Premier Sponsor of the "Barbara Cappochin" Prize

The eighth edition of the Barbara Cappochin International Biennial of Architecture, opened yesterday on Thursday 26th October.

The opening event on the Biennial’s extensive schedule was L’Architettura incontra la scuola (Architecture meets with schools) providing the chance to interact with high-school students from the provinces of Padua and Rovigo. At 5 pm yesterday ‘Tavoli dell’Architettura’ officially opened to the public, showcasing the best works from the Barbara Cappochin International Prize in a location in via San Fermo.

The day’s proceedings concluded with a special lecture given by David Chipperfield, a proponent of the moral duty of architecture in relation to the context in which it stands, followed by a gala dinner hosted in Cava Cengelle in Grancona organised by Laboratorio Morseletto; an exclusive location, whose settings and installations allowed the staging of a unique event of its kind that was truly striking. The 2017 Barbara Cappochin Biennial will conclude today, Friday 27th, at 8 pm in Pollini Auditorium with the prizegiving ceremony for the International Award, which will be followed by a concert by Ronnie Jones and Soul Syndicate.

Thema is proud to be involved as a Premier Sponsor thanks to its partnership with the Barbara Cappochin Foundation and Laboratorio Morseletto, sharing their commitment to promote quality architecture, quality that can only be obtained if the client, architectural designer and builder, three indispensable players at the focus of our built environment, can truly grasp that slender thread that holds together life and architecture, guiding our choices, ideas and material in the direction of the kind of indispensable quality that is society’s ultimate goal.

 

www.barbaracappochinfoundation.net

Read More...

Premio Internazionale Dedalo Minosse(en)Dedalo Minosse International Prize

Thema entra a far parte dei Friends Partner del Premio Dedalo Minosse!

Nei luoghi palladiani, simbolo internazionale dell'architettura di Vicenza, si è svolta, il 22 e 23 giugno, la cerimonia di Premiazione dei vincitori della Decima Edizione del Premio Internazionale Dedalo alla Committenza d’Architettura, di cui Thema è diventata partner ufficiale. La manifestazione è promossa da 20 anni dagli architetti Bruno e Marcella Gabbiani, in collaborazione con ALA Assoarchitetti e con la Regione Veneto.

Dedalo Minosse è un premio unico al mondo, in cui la figura del Committente, spesso trascurata quando si parla di architettura, viene riconosciuta come fondamentale e strategica nel processo costruttivo, con un ruolo positivo e stimolante che contribuisce a creare, assieme alle capacità degli architetti, la buona architettura.

Grande è stata la partecipazione a questa edizione: oltre 400 le iscrizioni pervenute, con la partecipazione di quasi 40 paesi da tutto il mondo, tra i quali Argentina, Filippine, Francia, Germania, Giappone, India, Perù, Russia, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Vietnam.

Quattro i premi principali conferiti e dieci i premi speciali. Il Premio Internazionale Dedalo Minosse alla committenza dell'architettura è andato a Philippe Prost con l'opera "The Ring of Remembrance", nata per festeggiare il centenario della prima guerra mondiale con lo scopo di dare forma alla fratellanza, ed espressione alla pace unendo l'arte e la natura e mettendole al servizio della memoria.

I progetti vincitori dell'edizione 2016/2017 del Premio Dedalo Minosse saranno protagonisti di una mostra multimediale aperta al pubblico dal 24 giugno al 16 luglio 2017 presso il Museo Civico di Palazzo Chiericati, Vicenza, che li racconterà attraverso disegni, foto, plastici e video. Una rassegna sulla committenza internazionale che raccoglierà oltre 70 opere realizzate negli ultimi 5 anni.

(en)Thema is now a Friends Partner of the Dedalo Minosse Prize!

The prizegiving ceremony for the winners of the 10th edition of the Dedalo International Prize for Architecture Clients, whose official partners include Thema, was held on 22nd-23rd June in one of those Palladian locations that are an international symbol of architecture in Vicenza.

The event has been promoted for the last 20 years by Bruno and Marcella Gabbiani in partnership with ALA Assoarchitetti and the Veneto Regional Council.

The Dedalo Minosse Prize is unique of its kind worldwide and acknowledges the importance of the client, so often overlooked when discussing architecture, as a fundamental and strategic player in the building process, whose positive and stimulating role helps create good architecture when combined with the skills of architects.

There was plenty of participation in this edition: over 400 entrants from almost 40 different countries worldwide, including Argentina, Philippines, France, Germany, Japan, India, Peru, Russia, United States, Sweden, Switzerland and Vietnam.

There were four main prizes and 10 special awards. The Dedalo Minosse International Prize for architecture clients went to Philippe Prost for his work entitled “That Range of Remembrance” designed to celebrate the centenary of the end of the First World War. The work is aimed at representing and embodying brotherhood and peace, combining art and nature for the purpose of remembrance. The winning projects in the 2016/2017 edition of the Dedalo Minosse Prize will feature in a multimedia exhibition open to the public from 24th June-16th of July 2017 at the Civic Museum in Palazzo Chiericati, Vicenza, which will display them in the form of drawings, photos, scale models and video clips. A review of international architecture clients that encompasses over 70 works built over the last five years.

Read More...

[[it]]Il Padiglione di vetro[[en]]The glass Pavillion

[[it]]L’architettura di Piero Portaluppi nella Milano negli anni 30 e la sua evoluzione.[[en]]The architecture of Piero Portaluppi in Milan in the 30s and its evolution.

[[it]]Villa Necchi Campiglio a Milano rappresenta un esempio significativo dell’architettura dell’epoca e dell’opera di Piero Portaluppi.
Oggi viene riscritta la storia dello storico campo da tennis attraverso la progettazione architettonica di un padiglione vetrato per la sua copertura stabile. Il progetto ha previsto l’inserimento di una struttura in vetro incastonata all’interno dell’esistente recinzione in ferro disegnata da Portaluppi (recentemente restaurata) per realizzare uno spazio polifunzionale adiacente alla caffetteria, in grado di ospitare fino a 300 persone in occasione di conferenze ed eventi culturali.[[en]]Villa Necchi Campiglio in Milan is a significant example of the architecture of the time and of Piero Portaluppi’s works. Today the history of the historic tennis court is rewritten through the architectural design of a glass pavillion and its stable covering. The project consists of the insertion of a glass structure set within the exhisting iron enclosure designed by Portaluppi (recently renovated) to create a multifunctional space near to the cafè, which can accomodate up to 300 people at the conferences and cultural events.  

[[it]]Vista dall’alto, la copertura appare trasparente e dinamica, con giochi di luce che variano in base alle condizioni atmosferiche di luminosità e dell’angolo di incidenza della luce, lasciando in evidenza il disegno dal gusto decò della recinzione, con le sue modanature.[[en]]From the top, the cover looks transparent and dymanic, with light games that change according to the atmospheric conditions of brightness and the angle of incidence of light, highlighting the design of the of the decò enclosure, with its mouldings.

[[it]]La progettazione architettonica del padiglione è nata dalla collaborazione del FAI con gli architetti Piero Castellini Baldissera e Massimo Curzi. La progettazione tecnica integrata è stata sviluppata da WiP Work in Progress, mentre la soluzione costruttiva è stata elaborata e realizzata da Thema in collaborazione con Schüco International Italia e Nessi & Majocchi.[[en]]Architectural design of the pavilion was born from the collaboration of FAI with architects Piero Castellini Baldissera e Massimo Curzi. Integrated engineering design was developed by Wip, while the constructive solution was developed and implemented by Thema in collaboration with Schueco International Italia and Nessi&Majocchi .

vmxv.mms

Read More...

ME Milan – Il Duca

[[it]]L’hotel milanese del gruppo spagnolo Melià, progettato e ampliato alla fine degli anni ’80 da Aldo Rossi in occasione dei mondiali di calcio e oggi ristrutturato da Arassociati, vede la restituzione di quest’opera alla contemporaneità e reinvenzione degli spazi secondo nuove linee di intervento. Inaugurato in occasione dell’apertura di Expo, l’hotel 5 stelle lusso accoglie oggi 132 camere, di cui 34 suite, un nuovo giardino, ma soprattutto un nuovo roof garden con sala colazione e skybar che, circondato da ampi spazi terrazza, può far godere della spettacolare vista sullo skyline milanese ed assaporare, qualche piano più in basso, la cucina in assoluto stile newyorkese del nuovo, e primo in Italia, ristorante STK. Il mensile di architettura Interni ha dedicato ampio spazio al progetto, sottolineando la valorizzazione della figura architettonica originaria, da cui emerge in modo puntuale il design storico milanese, accanto a una nuova immagine contemporanea. Thema è stata protagonista di questo restyling conservativo, progettando e realizzando soluzioni su misura in particolare per gli ingressi, i serramenti delle suite, l’involucro e la copertura vetrata dello skybar, con finiture e prodotti di completamento personalizzati, creati in base alle esigenze estetiche e tecniche di progettazione.[[en]]Me Milan – Il Duca, the hotel in Milan of the Spanish Melià group is inserted in a building Aldo Rossi renovated and expanded at the end of the 1980s, at the time of the World Cup of Soccer. The project done by Arassociati has brought this work back into the contemporary world, reinventing its spaces in keeping with new lines of intervention with respect to  the history of Italian design. The hotel has 132 rooms, including 34 suites, a new garden, but overall a new roof garden with breakfast room and sky bar, that surrounded by spacious terrace, can enjoy the spectacular views of the Milan skyline and taste, a few floors below, the new, and first in Italy, restaurant STK. The monthly of architecture “Interni” magazine dedicated ample space to this project, emphasizing the enhancement of the original architectural shape, which shows the historical design next to a new contemporary image. Thema was protagonist of this conservative restyling, designing and implementing solutions tailored specifically for  the entrance, the windows of the suites, the casing and the glass roof of the sky bar, with finishes and products for building custom, created according  to the aesthetic and technical design

Read More...

Bellagio & Como Lake Resort

[[it]]Bellagio Lake Resort Waterfront e Como Lake Resort: due complessi residenziali importanti, due autentiche terrazze affacciate sul lago di Como da cui è possibile godere di una vista mozzafiato sia delle montagne circostanti che delle limpide acque del lago.Il primo si trova a Lezzeno, a pochi passi da Bellagio, una delle mete più ambite del lago di Como. Il Resort, progettato dall’ Ing. Francesco Papis e collocato su un fronte lago esclusivo di ben 180 metri, è caratterizzato da una serie di unità edilizie mono e plurifamiliari con piscina e spiaggia privata.Il secondo è ubicato nella cittadina di Laglio, sulla sponda opposta. Il prestigioso Resort in classe energetica A offre tredici esclusivi appartamenti pied dans l’eau con vista lago, terrazzo o giardino a lago, caratterizzati dall’innovativo sistema di elevazione automatico per le barche presente all’interno della darsena e dalla presenza di una piscina riservata e spiaggia privata. Elevati livelli di qualità architettonica, grazie alla progettazione dello studio Venelli & Kramer, e una scelta oculata di materiali e tecnologie all’avanguardia, garantiscono un alto livello prestazionale dell’edificio.Due costruzioni contemporanee, entrambe realizzate dall’impresa di costruzioni Nessi & Majocchi di Como e inserite armoniosamente nel tessuto edilizio esistente che diventano un elemento riqualificante in termini anche di fabbisogno energetico.Per entrambi, Thema si è occupata della progettazione e realizzazione di chiusure vetrate e di prodotti di completamento personalizzati, con lo scopo di dare il più ampio spazio possibile alla luce per permettere di godere dell’atmosfera mozzafiato del lago di Como, senza rinunciare al massimo comfort termico ed acustico. [[en]]Bellagio Lake resort Waterfront and Como Lake Resort: two important residential buildings, two authentic terraces overlooking the Como Lake, from which it is possible to delight of a breathing view, both of the surrounding mountains and of the clear water of the lake. The first is located in Lezzeno, a short walk from Bellagio, one of the top destinations of the Como Lake. The resort, designed from the engineer Francesco Papis and located on an exclusive front lake of 180 meter, is characterized from a series of building units, single and plurifamiliar, with swimming pool and private beach. The second one is located in the small town of Laglio, on the opposite shore. This prestigious resort, in energy class A, offers 13 exclusive apartments pied dans l’eau with lake view, terrace or garden directly in front of the lake, characterized by the innovative automatic elevation system from the ships present inside the dock and characterized also by the presence of a private swimming pool and a private beach. High levels of architectural quality, thanks to the design of Vanelli&Kramer Studio and to a prudent choice of materials and well-advanced technologies, guarantees an high performance level of the building. Two contemporary buildings, both realized by the construction company Nessi & Majocchi from Como, and harmoniously inserted in the living building tissue that become redevelopment elements in terms of energy requirement. For both, Thema was responsible for the design and construction of closing windows and personalized products of completion, in order to give to the light the most possible space to let people delight of the breathtaking atmosphere of the Como lake, without giving up to thermal and acoustic comfort.

Read More...

[[it]]Thema sempre più "hospitality"[[en]]Thema going Hospitality

[[it]]Prosegue il percorso di Thema nel settore dell'Hospitality. Per il Gruppo Villa d’Este, brand riconosciuto nel mondo come sinonimo di raffinata ospitalità, dopo la ristrutturazione dell’Hotel Barchetta Excelsior nella centralissima piazza Cavour di Como, Thema ha preso parte alla ristrutturazione, diretta dalla storica Impresa di Costruzioni Nessi & Majocchi, del prestigioso Hotel Palace, affacciato sul lungolago, le cui immagini sono visionabili sul sito nella sezione PROGETTI. L’Hotel Palace ha voluto redere i suoi spazi più confortevoli e più vicini a gusti moderni, nel rispetto dell’atmosfera art deco’ e della tradizione estetica tipica del lago. Particolarmente degno di nota è il restyling dell’ottocentesco Palazzo Plinius, storico edificio liberty costruito da Federico Frigerio, a cui si deve anche il celebre Tempio Voltiano. Thema si è occupata della progettazione, realizzazione e installazione di serramenti in alluminio a taglio termico (Schüco – Serie AWS 70.HI e ADS 70.HI con soluzioni speciali) ad alto isolamento termico e acustico e dei parapetti in vetro delle camere. Sempre nel settore alberghiero, comunichiamo inoltre che, su progetto dello studio Anna Giorgi & Partners, proseguono i lavori per la realizzazione del Grand Hotel Courmayeur Mont Blanc, albergo 5 stelle che sorgerà a pochi passi dal centro del paese. Continuate a seguirci, vi terremo aggiornati su questo ed altri progetti in fase di realizzazione.[[en]]Thema is growing in the Hospitality sector. For Villa d’Este group, well known for its refined hospitality, Thema took part in the renovations (supervised by Nessi & Majocchi construction company)  both of the Hotel Barchetta Excelsior in the central Cavour square in Como, and of the prestigious Palace Hotel on the lake. You can see the photos on our website www.th-italia.com in the section PROJECT HOSPITALITY. Moreover, we are glad to inform that the construction works of the 5* Grand Hotel Courmayeur Mont Blanc, designed by Anna Giorgi & Partners Studio, are going ahed very fast. We’ll keep you informed about this and other in progress projects.

Read More...

Villa B

[[it]]Abbiamo il piacere di pubblicare le immagini del progetto VILLA B., nato dalla mano dell’Arch. Marco Castelletti, che ha totalmente rinnovato una villa unifamiliare degli anni Ottanta sotto il profilo estetico e nell’obiettivo di migliorarne le prestazioni energetiche. The Plan ha deciso di dedicare ampio spazio al progetto sul numero 74 di Maggio 2014, mettendo in evidenza come l’ampliamento con la costruzione di un nuovo padiglione dotato al suo interno di una piscina coperta, sia diventato un’occasione di dialogo tra novità e preesistenza, mirato ad integrarsi con il paesaggio, le aree verdi circostanti e il bosco situato nelle vicinanze dell’abitazione. Thema si è occupata della progettazione, realizzazione e installazione dei serramenti ed in particolare delle ampie vetrate che si aprono sulle pareti del volume della piscina (serie GREENTH – technology by Schüco), alleggerendone la consistenza ed inducendo con l’ampio sviluppo sui lati lunghi della costruzione una visuale trasversale che congloba percettivamente le superfici erbose.  Le vetrate scorrevoli del padiglione sono a scomparsa totale e permettono di usufruire della piscina nelle varie stagioni. Accanto a questo volume si erge la struttura di un locale panoramico a pianta quadrata, posto a livello più alto, con un affaccio vetrato di grande respiro paesaggistico.[[en]]Thema is glad to publish the images of VILLA B., one of the latest project of Architect Marco Castelletti, who renovated a villa of the 80s both aesthetically and for energy performances. The Plan decided to dedicate a long article to the project on issue 74 and focused on the new pavillion with a covered swimmingpool. Extensive glazed facades on both of the long sides of the swimming pool house give the building a less massive appearance and allow the changing light to filter inside. The glazing also offers views onto the grass-planted surrounds and makes the nearby grassy knoll an integral part of the exterior. Thema dealt with the design, realization and installation not only of doors and windows but also of the glazing of the swimming pool house (GREENTH – technology by Schuco); the full-height continuous glazed facades can be totally hidden inside the walls, allowing the use of the swimmingpool both in summer and in winter.

Read More...

L.A. Modern

[[it]]Una villa a Lodi. Thema è lieta di comunicare che il progetto L.A. MODERN, recente creazione dello studio di architettura Carlo Donati, già presente nel volume di architettura THEMA 1, è stato selezionato per comparire nella sezione Architettura Italiana sul sito di The Plan e successivamente per essere pubblicato nel volume di raccolta progetti Panorama Italiano. La villa unifamiliare ex novo di ca 500 mq all’interno di un ampio lotto dedicato a giardino,è un volume prevalentemente chiuso verso l’esterno e aperto verso sud (nella campagna lombarda sul fiume Po). Il linguaggio architettonico di matrice modernista richiama le linee e le atmosfere delle ville di Neutra, Frey e Lautner a Palm Springs reinterpretandole attraverso l’impiego di materiali contemporanei e contrapponendosi decisamente al contesto esistente più tradizionale e convenzionale. Il cuore dell’abitazione è costituito dal giardino interno abbracciato sui 4 lati dai 3 volumi dell’abitazione e dalla piscina esterna. Thema si è occupata della realizzazione dei serramenti con profili Schüco (AWS70HI per serramenti a battente, ASS70HI per scorrevoli e ADS70.HI per le porte) e dei rivestimenti in Alucobond. I fronti ampiamente vetrati verso l’interno del lotto giocano su un continuo rimando di sguardi e di prospettive, mentre si chiudono fortemente verso l’esterno del lotto. La privacy e la schermatura solare vengono garantite mediante la presenza di veneziane interno vetro Screenline. Gli elementi materici sono stati utilizzati come un gioco compositivo e cromatico destinato ad esaltare i salti di quota e il gioco di pieni e vuoti.[[en]]A Villa in Lodi. The project L.A. MODERN has been chosen to be part of the Italian Architecture section of the The Plan website.Trees and lawn embrace this relatively large family home centred on a sort of open courtyard bordered by a wooden pathway that links up with the perimeter path around the building.

Read More...

[[it]]Thema 1 - tecnologia per la Luce[[en]]Thema 1 - Technology for light

[[it]]Con orgoglio presentiamo il volume THEMA 1 – TECNOLOGIA E LUCE PER L’ARCHITETTURA, edito e pubblicato da The Plan Editions, rinomata casa editrice specializzata nel campo dell’architettura e del design. Il volume racchiude una selezione di recenti progetti realizzati da diversi architetti in collaborazione con Thema. Gli interventi presentati comprendono architetture di nuova edificazione e progetti di recupero in ambito residenziale e terziario (produttivo, commerciale, alberghiero) ubicati principalmente in Italia. I 19 progetti illustrati nel libro sono accomunati dalla ricerca di soluzioni personalizzate finalizzate all’ottenimento di elevate prestazioni in termini energetici e di illuminazione, coniugando tecnologia e design. Ogni edificio è presentato attraverso un testo descrittivo, immagini, schizzi, disegni e un dettaglio che illustra in modo approfondito l’intervento di Thema all’interno del progetto. Un compendio di architetture e di soluzioni alle tematiche, comuni e meno frequenti, che i progettisti si trovano ad affrontare nella realizzazione di nuove architetture o di interventi di recupero e riqualificazione. [[en]]We are proud to present the book THEMA 1 – TECHNOLOGY AND LIGHT FOR ARCHITECTURE, published by The Plan Editions, famous for its architecture and design books. The volume contains a selection of recent projects by various architects in collaboration with Thema, a specialist manufacturer and installer of doors and windows, glazing façades and solar systems. 19 projects ranging from new-build to renovation briefs are illustrated. Mainly located in Italy, they span the residential and tertiary sectors (manufacturing, commercial and hospitality). All have in common the successful search for customized solutions aimed at achieving high performance in terms of energy and lighting by combining technology and design. Each project is presented with a descriptive text, pictures, sketches, drawings and a detailed explanation of Thema’s role in each case. The volume is a valuable compendium of architectural solutions applied to both common and less frequent issues faced by designers engaged in new-build, renovation or recovery projects.

Read More...

[[it]]Completata la ristrutturazione di Palazzo Magistretti[[en]]The refurbishment of Magistretti’s building

[[it]]Terminata la ristrutturazione dello storico edificio realizzato negli anni Cinquanta dall’architetto Vico Magistretti in Corso Europa 22 a Milano. L’intervento di riqualificazione è stato progettato dallo studio Lombardini22 ed è stato coordinato dalla società IGS (parte della holding BELL REAL ESTATE) che ha curato come General Contractor l’intera ristrutturazione. Thema si è occupata della facciata e dei serramenti, mantenendosi il più fedele possibile a quanto progettato in origine da Magistretti, che prevedeva un serramento in facciata diviso in tre parti: due porzioni laterali a partire da 1.40 metri e una terza centrale che si sviluppa a tutta altezza. Sono stati mantenuti gli spessori dei profili dei serramenti, pur migliorando notevolmente le prestazioni termiche e acustiche. Ciò è stato possibile grazie all’utilizzo di un sistema a taglio termico con profilo Schüco AWS70.HI BS (con anta a scomparsa) unito ad alcuni profili speciali personalizzati per l’intervento, che hanno consentito di associare sezioni molto snelle ad ottimi risultati dal punto di vista prestazionale. Il retro dell’edificio aveva invece necessità di essere completamente ridisegnato per migliorare la vivibilità degli spazi interni adibiti ad uso uffici. E’ stata quindi installata una innovativa e funzionale facciata continua totalmente vetrata (sistema Schüco FW 50+) che garantisce la luminosità degli spazi di lavoro.[[en]]The renovation of Magistretti’s building, realized during the Fifties in Milan, C.so Europa 22, is over. The refurbishment has been designed by Lombardini22 and has been coordinated by the company IGS (part of the holding BELL REAL ESTATE). Thema dealt with the design and realization of facade, doors and windows. The facade is the same as Magistretti but with new windows and doors that create a play of full and voids all over again. We have maintained the same profile thickness, but thermal and acoustic insulation have considerably improved, thanks to the use of the Schüco AWS70.HI BS profile combined with special solution customized for this work. At the rear the combination office-window is replaced by a more functional curtain, fully glazed, which gives brightness, depth and quality of life in the working space.

Read More...

Greenth & Together (Technology by Schüco)

[[it]]Thema presenta due nuove linee di soluzioni, che hanno in comune la costante ricerca della funzionalità e del design innovativo, adattandosi ed evolvendosi in base alle esigenze di clienti e architetti. GREENTH è il nuovo concept di serramento integrato con la natura, che risponde all’esigenza di valorizzare il rapporto tra gli ambienti interni dell’abitazione e lo spazio che la circonda. Con GREENTH è possibile realizzare verande, coperture vetrate, serre e prodotti speciali su misura, che coniughino design e qualità di progettazione ed esecuzione, per la realizzazione di spazi caratterizzati da un elevato livello di comfort in tutte le stagioni. La linea TOGETHER propone serramenti in alluminio-legno, che non solo soddisfano l’esigenza di avere nella propria casa un serramento che trasmetta il calore del legno e che garantisca la resistenza nel tempo dell’alluminio, ma che danno inoltre la possibilità di personalizzare ogni soluzione in base alle esigenze progettuali, scegliendo tra numerosi profili e una componentistica di design moderno e ricercato. La tecnologia Schüco, che sta alla base di tutte le soluzioni GREENTH e TOGETHER, garantisce le massime prestazioni a livello di isolamento termico e acustico e l’altissima qualità di un prodotto funzionale e duraturo. Per maggiorni informazioni visitate la sezione PRESS del nostro sito internet e i siti vetrina dedicati ai brand. [[en]]Thema presents two new lines of solutions, which have in common the constant search of functionality and innovative design, changing and evolving with the demand of customers and architects. GREENTH is the ideal answer to the ever more evident demand to merge the interior with the outdoor spaces, removing boundaries and allowing integration with nature around our home. Not simple porches, glazed roofs and special products for the building shell, but real  functional and design solutions, tailored by our designers for every type of architectural requirement. The wood-aluminum windows of the TOGETHER meet the requirement of having a window in your home that conveys the warmth of wood and ensures the durability of aluminum; they allow to combine into a single product also the security quality of Schüco technology, with the possibility to customize each solution with a modern and sophisticated design. The Schüco Technology is the base of GREENTH and TOGETHER solutions and guarantees top-level performance of thermal and acoustic insulation and the certainty of solutions to the highest quality made to last over time.

» GREENTH

» TOGETHER

Read More...

[[it]]Casa a Morchiuso[[en]]House in Morchiuso

[[it]]Siamo lieti di poter finalmente pubblicare i dettagli del progetto “Casa a Morchiuso”, nato dall’ingegno dell’Arch. Marco Castelletti, che ha saputo stupire con il rinnovamento estremo di una classica costruzione degli anni Settanta sita sulle colline di Erba (CO). L’intervento di ristrutturazione ha coniugato l’esigenza di adattamento ai nuovi requisiti energetici e tecnologici con la volontà di rinnovare i volumi interni e rivoluzionare l’estetica dell’edificio, creando particolarissime relazioni tra spazio interno ed esterno.Né è un esempio il lucernario scorrevole motorizzato (serie GREENTH – technology by Schüco) progettato e realizzato da Thema, che permette, in base alle esigenze, di aprire o chiudere il locale che ospita la piscina, uno spazio inaspettato che rappresenta il vero cuore dell’abitazione. Thema si è occupata, inoltre, della progettazione e realizzazione dei serramenti dell’abitazione, tra cui segnaliamo i serramenti scorrevoli in alluminio a taglio termico, realizzati con profili Schüco – serie ASS 70 HI e di alcuni prodotti speciali come il particolare ingresso dell’abitazione, costituito da un cubo metallico coibentato.Tra le altre, segnaliamo la pubblicazione del progetto sulla rivista internazionale di architettura The Plan, che ha dedicato un servizio dettagliato all’intervento, ponendo particolare attenzione ai particolari tecnici e ai sistemi costruttivi. Gli scatti di Filippo Simonetti, nome illustre nella fotografia di architettura, hanno saputo rendere al meglio l’unicità del progetto e la particolarità dei suoi dettagli.[[en]]Finally on-line the details of “Home in Morchiuso”, architect Castelletti’s project in the hills around Erba (CO), near Como lake. He renovated internal and external volumes, connected by special product, just like the operable glazed skylight GREENTH (technology by Schüco), designed and realized by Thema. The skylight allows to open or close the pool room, the real core of the house. Thema also dealt with the design and realization of shutters and some special products, like the particular entrance of the house, an insulated metallic box.Filippo Simonetti’s photos represent at best the uniqueness of the project and the peculiarity of the details.

Read More...
THE PLAN
Torre Sassetti
Download
TH PLAN
Via Fatebenefratelli 14
Download
IOARCH
Via Sassetti
Download
IOARCH
Deka - Fatebenefratelli, 14
Download
THE PLAN
Chiesa di Pentecoste - Boris Podrecca
Download
DOMUS
Soluzioni per involucri edilizi
Download
LEZIONI DI ARCHITETTURA E DESIGN - CORRIERE DELLA SERA
Boris Podrecca - Chiesa di Pentecoste
Download
THE PLAN
Fatebenefratelli 14
Download
CHIESA OGGI
Chiesa di Pentecoste
Download
THE PLAN
Complesso produttivo Fratelli Berettta
Download
CASABELLA
Boris Podrecca - Complesso parrocchiale Pentecoste a Milano
Download
THEMA
Boris Podrecca e Marco Castelletti, Complesso parrocchiale Pentecoste | Milano
Download
ARCHITEKTUR AKTUEL
Complesso Parrocchiale Pentecoste
Download
CASABELLA
Attico Fatebenefratelli | Milano
Download
IL GIARDINO INSAPETTATO
La piscina del Roccolo
Download
THE PLAN
Il padiglione del Tennis di Villa Necchi Campiglio
Download
SUITE
Me Milan - il Duca
Download
THE PLAN
Green House Como
Download
25 ELEGANTE WOHNHÄUSER
Download
INTERNI
Me Milan - Il Duca
Download
THE PLAN
Como Lake Resort
Download
THE PLAN
Villa sul Lago
Download
HOUSE TRÄUME
Case da Sogno
Download
THE PLAN
Residenza privata a Ello
Download
SHOWROOM
Casa Benedetti
Download
TALEA
Una dimora al limite del bosco ad Ello
Download
THE PLAN
C.so Europa 22 - Riqualificazione
Download
100 IDEE PER RISTRUTTURARE
La Veranda Greenth
Download
THE PLAN
Casa a Morchiuso
Download
DOMUS
Soluzioni in facciata
Download